Pulci ed esseri umani

Anche le pulci, nel loro piccolo, fanno danni!

Articolo scritto dal dott. Caputo Luca per il portale "Animalidacompagnia.it", 22 febbraio 2022. 

I sifonatteri o afanitteri, noti comunemente come pulci sono da sempre considerati un problema parassitario “secondario” dai proprietari di animali da compagnia. Spesso si cade nell’errata convinzione che l’utilizzo di alcuni prodotti possa “miracolosamente” risolvere l’infestazione in atto. Si tende così a non consultare il medico veterinario, rischiando di sbagliare tempistiche e molecole (ad esempio, le permetrine sono sostanze estremamente tossiche per i gatti).

A pagarne le conseguenze sono gli animali e qualche volta anche i loro padroni!

Le pulci, infatti, sono in grado di trasmettere, direttamente o indirettamente, malattie più o meno importanti all’essere umano (zoonosi). L’esempio più conosciuto è quello della peste, tornata alla ribalta delle cronache mondiali nel 2021 per i 520 casi registrati in Congo (31 dei quali sono risultati mortali) ed i 24 in Madagascar (8 i decessi). L'infezione incriminata deriva da un batterio (Yersinia pestis) trasmesso dalle pulci dei roditori selvatici e, se non diagnosticata e trattata in tempo, può causare la morte in pochi giorni. Sono presenti 3 forme cliniche di peste: la bubbonica, la più comune e probabilmente la meno letale, quella polmonare con una mortalità che raggiunge il 50% ed infine la setticemica, conseguenza delle complicazioni delle 2 forme precedenti, causata dalla moltiplicazione di Yersinia pestis nel sangue.

I sifonatteri sono i vettori anche della “Flea Borne Spotted Fever in grado di provocare febbre (60%dei casi) e sintomi aspecifici simil-influenzali associati ad escare cutanee. Possibile il coinvolgimento del sistema nervoso (fotofobia, perdita dell’udito e meningite), dei polmoni (insufficienza respiratoria) e di fegato e milza (epatosplenomegalia). La mortalità è bassa e gli individui più a rischio sono quelli immunodepressi.

Ctenocephalides felis (la specie di pulce più comunemente rinvenuta in Europa sui nostri animali domestici) ed Ixodes ricinus (conosciuta come “zecca dei boschi”) sono i vettori della Bartonellosi felina (CSD, cat-scratch disease) che può trasmettersi all’essere umano tramite il morso o il graffio di un gatto infetto e palesarsi, in soggetti immunocompetenti, con febbre ed una linfoadenopatia (ingrossamento dei linfonodi) regionale che può persistere per alcune settimane o mesi. Solo nel 5-25% dei casi si hanno manifestazioni atipiche come l’encefalite e l’endocardite. In persone con il sistema immunitario compromesso tale patologia è potenzialmente mortale.

Gli afanitteri sono gli ospiti intermedi di Dipylidium caninum, parassita intestinale che può indurre nell’essere umano insonnia, mancanza di appetito, perdita di peso e prurito anale. I soggetti più colpiti sono i bambini che ingeriscono i peli del cane o del gatto insieme alla pulce infetta.

 

La cattiva prevenzione/gestione di questi infestanti sono l’esempio tipico di come “micro” esseri (1-4 mm) possano causare “macro”problemi… 

 

Glossario

Encefalite: infiammazione del cervello.

Endocardite: infiammazione dell’endocardio, la sottile membrana traslucida e biancastra che riveste internamente tutte le cavità cardiache.

Epatosplenomegalia: aumento di volume di fegato e milza.

Escare: lesioni cutanee caratterizzate dalla presenza di una crosta formata da siero, sangue o pus.

Ospite intermedio: detto di animale nel quale si sviluppano le forme larvali dell’infestante.

 

Vettore: in parassitologia, organismo che permette il trasferimento di un parassita (batterio patogeno, fungo, protozoo o virus) da un individuo a un altro.

Bibliografia

  •  “Epicentro”, l’epidemiologia per la sanità pubblica.
  •  “I vampiri esistono! Alla scoperta di pulci, zecche, zanzare e flebotomi! Ciclo biologico e morfologia”, corso per proprietari di animali domestici a cura del dott. L. Caputo, 2022”.
  •  “Le Rickettsiosi nel Mediterraneo fattori predisponenti e non solo…”, Dr. Santo Caracappa, Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, 2011.
  • "Parassitologia clinica del cane e del gatto”, D. Traversa e L. Venco, 2018.
  • "S.O.S. pet 2. Storie di vampiri e affini", L. Caputo, La Memoria del Mondo edit., 2021.